Respiri dell’Anima

Il sito sulla Psicologia Olografica

Francesco Pandolfi Balbi

Sono un eremita estroverso. Mi comporto quasi sempre da onda, quasi mai da particella. Amo il silenzio, permette di spaziare con i sensi sin quasi all'infinito. Gli ho dedicato un intero sito. Indago sulle grandi domande di sempre e ho delle risposte. Mie, organiche, discutibili come ogni altra. Metto a frutto i miei giorni per comprendere. E' un gioco di quelli 'bambini' che mi assorbe totalmente. Cerco sempre di condividerlo con chi sento sulla mia stessa lunghezza d'onda. Infatti, per illuminarmi la via, ho sempre usato tre lanterne: la bellezza, l'armonia, l'amore per la condivisione. Mi piace assumermi la responsabilità del mio punto di vista e agisco per creare equilibrio. Ecco perché, tra le altre cose, scrivo libri e, attraverso il sito MAGRAVS Italia, cerco di far conoscere la tecnologia Keshe... una cosa pazzesca che sta cambiando il mondo... Di me parlo anche in questa pagina.

Les derniers articles par Francesco Pandolfi Balbi (tout voir)

La Psicologia Olografica

 

NOTA: POTEREPERSONALE PROSEGUE LA PROPRIA ATTIVITA’ nel sito di Life Reset

Chi siamo?

Da dove veniamo?

A cosa serve vivere?

Di cosa siamo fatti?

Quante e quali voci si muovono all’interno della nostra coscienza?

Perché cerchiamo gli altri?

Perché amiamo e odiamo?

Per dare una risposta a queste e molte altre domande è on-line www.PsicologiaOlografica.it, il sito dedicato alla Psicologia Olografica.

L’esposizione dei concetti è semplificata al massimo e ciascun articolo è presentato in duplice forma:

– testuale, ricca di link a Wikipedia;

– audio-video, per mezzo di filmati prodotti in stile documentaristico.

In tal modo ritengo sia possibile, se non piuttosto facile, afferrare concetti anche complessi riguardanti la natura dell’Uomo e dell’universo con particolare riguardo alle molte sfaccettature della nostra interiorità.

Vi invito dunque a visitare www.PsicologiaOlografica.it e, se lo riterrete interessante, iscrivervi alla mailing list per ricevere tutti gli aggiornamenti.

Buona visione e buona lettura!

Possiamo sapere chi siamo e da dove veniamo! – Zecharia Sitchin

Francesco Pandolfi Balbi

Sono un eremita estroverso. Mi comporto quasi sempre da onda, quasi mai da particella. Amo il silenzio, permette di spaziare con i sensi sin quasi all'infinito. Gli ho dedicato un intero sito. Indago sulle grandi domande di sempre e ho delle risposte. Mie, organiche, discutibili come ogni altra. Metto a frutto i miei giorni per comprendere. E' un gioco di quelli 'bambini' che mi assorbe totalmente. Cerco sempre di condividerlo con chi sento sulla mia stessa lunghezza d'onda. Infatti, per illuminarmi la via, ho sempre usato tre lanterne: la bellezza, l'armonia, l'amore per la condivisione. Mi piace assumermi la responsabilità del mio punto di vista e agisco per creare equilibrio. Ecco perché, tra le altre cose, scrivo libri e, attraverso il sito MAGRAVS Italia, cerco di far conoscere la tecnologia Keshe... una cosa pazzesca che sta cambiando il mondo... Di me parlo anche in questa pagina.

Les derniers articles par Francesco Pandolfi Balbi (tout voir)

Zecharia Sitchin e i suoi studi polverizzano il velo di silenzio sul passato dell’umanità

Oggi vorrei introdurvi ad una realtà veramente insolita – se osservata con l’ottica dell’uomo comune – ma a mio avviso degna della massima attenzione da parte dalla compagine degli attenti e onesti ricercatori. Si tratta del lavoro di Zecharia Sitchin, notoriamente il massimo e indiscusso esperto mondiale della storia e del linguaggio della civiltà sumera. Dall’attenta lettura dei suoi lavori, superata l’iniziale incredulità, emerge un quadro delle nostre origini veramente affascinante che presenta struttura, organicità e vastità tali da creare nella mente del lettore un felice sgomento. Stiamo parlando di un’ipotesi che getta nuova luce sui misteri del passato remoto e li presenta dipingendo una quadro nitidissimo. L’analisi delle divinità venerate durante la storia dalle diverse culture del passato delinea un unico filo conduttore che a mio avviso combacia perfettamente con quanto risulta dal lavoro di Sitchin.

Continua a leggere

L’universo in un fiore

Francesco Pandolfi Balbi

Sono un eremita estroverso. Mi comporto quasi sempre da onda, quasi mai da particella. Amo il silenzio, permette di spaziare con i sensi sin quasi all'infinito. Gli ho dedicato un intero sito. Indago sulle grandi domande di sempre e ho delle risposte. Mie, organiche, discutibili come ogni altra. Metto a frutto i miei giorni per comprendere. E' un gioco di quelli 'bambini' che mi assorbe totalmente. Cerco sempre di condividerlo con chi sento sulla mia stessa lunghezza d'onda. Infatti, per illuminarmi la via, ho sempre usato tre lanterne: la bellezza, l'armonia, l'amore per la condivisione. Mi piace assumermi la responsabilità del mio punto di vista e agisco per creare equilibrio. Ecco perché, tra le altre cose, scrivo libri e, attraverso il sito MAGRAVS Italia, cerco di far conoscere la tecnologia Keshe... una cosa pazzesca che sta cambiando il mondo... Di me parlo anche in questa pagina.

Les derniers articles par Francesco Pandolfi Balbi (tout voir)

Eredità di un giorno tranquillo

Sono bastate quattordici ore di sonno per catapultarmi, al risveglio, in una meravigliosa realtà contigua: quella che potremmo vivere ogni giorno se solo ci concedessimo una briciola di ciò che ci spetta.

La stufa del bagno era sempre lei, e lo stesso il sapore dello spazzolino immerso nella soluzione di acqua e amuchina. La casa, come ogni mattina, mi ha accolto illuminando di serenità i primi sguardi del giorno.

E’ stato dopo la doccia; ho notato che la totale assenza di pensieri e il profondo senso di tranquillità, esclusivi dei primi minuti dopo il risveglio, dilagavano.

Ovunque, nella mia mente, regnava il silenzio delle giornate di neve boschive.

Continua a leggere

Gli obiettivi di Francesco

Francesco Pandolfi Balbi

Sono un eremita estroverso. Mi comporto quasi sempre da onda, quasi mai da particella. Amo il silenzio, permette di spaziare con i sensi sin quasi all'infinito. Gli ho dedicato un intero sito. Indago sulle grandi domande di sempre e ho delle risposte. Mie, organiche, discutibili come ogni altra. Metto a frutto i miei giorni per comprendere. E' un gioco di quelli 'bambini' che mi assorbe totalmente. Cerco sempre di condividerlo con chi sento sulla mia stessa lunghezza d'onda. Infatti, per illuminarmi la via, ho sempre usato tre lanterne: la bellezza, l'armonia, l'amore per la condivisione. Mi piace assumermi la responsabilità del mio punto di vista e agisco per creare equilibrio. Ecco perché, tra le altre cose, scrivo libri e, attraverso il sito MAGRAVS Italia, cerco di far conoscere la tecnologia Keshe... una cosa pazzesca che sta cambiando il mondo... Di me parlo anche in questa pagina.

Les derniers articles par Francesco Pandolfi Balbi (tout voir)

Nel dettaglio, quelli a medio termine

Da una mail inviata a un’amica nella primavera 2002 (quando ero ancora scapolo ;-D)

Devo farti un corso accelerato su chi sono io, adesso, giusto?

In questo momento sono tutto preso dal mio amare me stesso. Adoro l’universo, la natura, e anche le persone, anche se ovviamente in certi casi vado ancora in tilt. Però va sempre meglio, ed è una cosa meravigliosa. Sono ancora tante le cose che devo armonizzare in me, però farlo è un gioco bellissimo e non ho fretta di “arrivare”.
Adesso devo veramente farmi una posizione: ho 36 anni e, sebbene stia da dio e faccia la vita dello scapolo… diciamo che è un buon sopravvivere, ma nulla di più.
Continua a leggere

L’Universo è un’illusione?

Francesco Pandolfi Balbi

Sono un eremita estroverso. Mi comporto quasi sempre da onda, quasi mai da particella. Amo il silenzio, permette di spaziare con i sensi sin quasi all'infinito. Gli ho dedicato un intero sito. Indago sulle grandi domande di sempre e ho delle risposte. Mie, organiche, discutibili come ogni altra. Metto a frutto i miei giorni per comprendere. E' un gioco di quelli 'bambini' che mi assorbe totalmente. Cerco sempre di condividerlo con chi sento sulla mia stessa lunghezza d'onda. Infatti, per illuminarmi la via, ho sempre usato tre lanterne: la bellezza, l'armonia, l'amore per la condivisione. Mi piace assumermi la responsabilità del mio punto di vista e agisco per creare equilibrio. Ecco perché, tra le altre cose, scrivo libri e, attraverso il sito MAGRAVS Italia, cerco di far conoscere la tecnologia Keshe... una cosa pazzesca che sta cambiando il mondo... Di me parlo anche in questa pagina.

Les derniers articles par Francesco Pandolfi Balbi (tout voir)

Ricerche. Gli scienziati alle prese con il "paradigma olografico"

Anno di pubblicazione: 2002 – © A cura della Redazione di "Extraterrestre" (su segnalazione del Dott. Richard J. Boylan) Per approfondire: Il Vademecum per creatori entusiasti

Stupefacenti scoperte nel campo della fisica potrebbero sconvolgere completamente le nostre convinzioni sulla natura dell'universo e della vita stessa, aprendo un ventaglio di possibilità mai ipotizzate prima d'ora.

Nel 1982 un'équipe di ricerca dell'Università di Parigi, diretta dal fisico Alain Aspect, ha condotto quello che potrebbe rivelarsi il più importante esperimento del 20° secolo. Aspect e il suo team hanno infatti scoperto che, sottoponendo a determinate condizioni delle particelle subatomiche, come gli elettroni, esse sono capaci di comunicare istantaneamente una con l'altra indipendentemente dalla distanza che le separa, sia che si tratti di 10 metri o di 10 miliardi di chilometri. È come se ogni singola particella sapesse esattamente cosa stiano facendo tutte le altre. Questo fenomeno può essere spiegato solo in due modi: o la teoria di Einstein che esclude la possibilità di comunicazioni più veloci della luce è da considerarsi errata, oppure le particelle subatomiche sono connesse non-localmente. Poiché la maggior parte dei fisici nega la possibilità di fenomeni che oltrepassino la velocità della luce, l'ipotesi più accreditata è che l'esperimento di Aspect sia la prova che il legame tra le particelle subatomiche sia effettivamente di tipo non-locale.

Continua a leggere